giovedì 14 settembre 2017

Recensione | Tutte le volte che ho scritto ti amo - Jenny Han (To All the Boys I've Loved Before #1)

Buonasera Readers! Oggi vi parlo di un libro leggero e frizzante che mi ha conquistato. Il titolo in questione è Tutte le volte che ho scritto ti amo, primo libro della dolcissima trilogia di Jenny Han To All the Boys I've Loved Before. Avrete sentito parlare di questo libro in lungo e in largo e lo stesso era successo a me, solo che per convincermi a leggere un romanzo simile senza aver pregiudizi ci ho messo davvero una vita. Alla fine ce l'ho fatta e devo ammettere di essere rimasta piacevolmente sorpresa! :) Prima di continuare con la mia opinione, vi lascio la scheda libro così iniziate a farvi un'idea nel caso non l'aveste mai visto in giro! ^^





Titolo: Tutte le volte che ho scritto ti amo (To All the Boys I've Loved Before #1)
Autore: Jenny Han
Editore: Piemme
Data di uscita: 1 Settembre 2015
Pagine: 372
Rilegato: 16.00 €

JENNY HAN vive a Brooklyn, New York, dove ha frequentato la New School ottenendo un Master in Scrittura Creativa. Adora la serie Buffy l'ammazzavampiri, la torta di mirtilli e le calze al ginocchio

TRAMA Lara Jean non ha mai apertamente dichiarato di essere cotta di qualcuno.  Quello che fa è scrivere a ciascuno dei ragazzi di cui si è innamorata una lettera, che poi imbusta e custodisce gelosamente in una vecchia cappelliera. Un giorno, però scopre che tutte le lettere sono state spedite... e all'improvviso la sua vita diventa molto complicata, ma anche molto, molto più interessante. 

Non avrei mai pensato che questo libro mi piacesse tanto, che Jenny Han sapesse conquistarmi con tanta facilità e nemmeno che avrei trovato tanta dolcezza tra queste pagine. Ho acquistato Tutte le volte che ho scritto ti amo molto, ma molto tempo fa, credo a inizio anno o forse anche prima, e per mesi è rimasto lì a impolverarsi nella pila di libri da leggere. Che sciocca!

Lo stile di Jenny Han è fresco e leggero, tanto spontaneo e naturale da sembrare di essere parte della scena, con le tre sorelle Song-Covey proprio di fronte e l'affascinante Peter Kavinsky a ingelosire Josh. Questa semplicità ha reso meravigliosamente scorrevole la lettura e più tangibile l'intera storia che mi ha molto fatto emozionare, riportandomi alla mente le prime cotte e quei giorni in cui un sorriso dal ragazzo che mi piaceva mi faceva venire le farfalle nello stomaco!

Ho amato questa sensazione e ho sospirato con un sorriso ebete dalla prima all'ultima pagina, sempre più in accordo con l'umore di Lara Jean, protagonista di questa storia. La mezzana delle sorelle Song è una tipetta un po' strana, una "bellezza bizzarra" come direbbe Peter Kavinsky, ma dolce come poche altre persone. Mi sono molto ritrovata in questa perenne sognatrice e non ho potuto fare a meno che appassionarmi alle sue vicende e ai suoi guai. L'idea astratta che lei ha dell'amore le dà una perfetta aria ingenua che può forse dar fastidio, ma che secondo me si addice bene al personaggio e alla sua età.
La mamma diceva sempre che l’ottimismo era il mio tratto migliore. Sia Chris che Margot sono infastidite da questo mio atteggiamento, ma io dico che guardare al lato positivo delle cose non ha mai ucciso nessuno.
L'idea di "esorcizzare" gli amori spezzacuore e le cotte impossibili con una lettera d'addio mai spedita mi è inizialmente sembrata geniale - anche familiare in un certo senso, perchè a me da ragazzina capitava di scrivere storie alternative a lieto fine in quei casi - ma quando ogni busta è arrivata per errore al destinatario ho temuto per la spensieratezza di Lara Jean. Il suo mondo e le sue sicurezze sono crollare a tal punto da spingerla a stringere un patto di finto-fidanzamento con Peter Kavinsky ed evitare così parte del polverone.

Peter Kavinsky è il classico ragazzo che ottiene tutto ciò che vuole, bello come nessuno e dal sorriso smagliante. Uno insomma cui tutto fila sempre liscio. Il suo rapporto con Lara Jean inizia in modo un po' particolare, non proprio come una storia d'amore, ma fin da subito ho fatto il tifo per lui. Peter è infatti uno dei destinatari delle cinque famose lettere d'addio, il primo a chiederle spiegazioni, ma è una cotta passata e presto si trasforma nell'alleato perfetto per sopravvivere alla quinta ed ultima lettera che Lara Jean ha scritto.

La lettera più pericolosa è quella destinata a Josh ex fidanzato di Margot, sorella maggiore di Lara Jean - che per l'intero libro ho immaginato con la faccia di Josh Hutcherson, ma che in realtà ha ben meno fascino. Un tipo molto diverso da Peter, appassionato di fumetti e primo della classe. Josh sembra cogliere l'occasione della lettera per poter corteggiare un'altra delle sorelle Song-Covey e questo suo stare col piede in due scarpe proprio non mi è piaciuto. L'ho detestato quando cercava di illudere Lara Jean, chiaramente prendendola come ripiego, e ancora di più nei suoi momenti di gelosia oltre misura del rapporto che si crea tra Peter Kavinsky e Lara, o peggio ancora con la piccola Kitty, l'ultima delle sorelle Song-Covey.
"Pensavo di aver superato la cotta per lui. Quando ho scritto la lettera, quando gli ho detto addio, ho fatto sul serio, lo giuro. Non è stato neppure difficile, perché ho pensato a quanto Margot fosse presa da lui, a quanto tenesse a lui. Come potevo invidiare a Margot il suo primo amore? Margot, che si era sacrificata così tanto per noi. Lei metteva sempre me e Kitty avanti a sé. Lasciar perdere Josh era il mio modo per mettere Margot al primo posto."
Tra momenti dolci e situazioni imbarazzanti, ho adorato lo sviluppo dell'amicizia/finto fidanzamento tra Lara Jean e Peter. Finti fidanzati per motivi diversi, ma segretamente concordi che pian piano quell'amore ostentato sembra poter divenire realtà. La cotta di Lara Jean sembra ridestarsi e convinta di non piacergli fa di tutto per allontanarlo, ma come si capisce fin dall'inizio, l'amore è in agguato, per davvero questa volta.

La nostra dolce protagonista sembra capire davvero cosa vuol dire amare, mettersi in gioco e aprire il proprio cuore a qualcuno disposto a ricambiare. Nonostante non maturi, Lara Jean scopre un nuovo volto dell'amore e questo cambiamento da una svolta alla storia, portando spessore in una lettura che altrimenti avrebbe parlato solo ed esclusivamente della cotta di una sedicenne.
Ora capisco la differenza tra amare una persona da lontano e amarne una da vicino. Quando la vedi da vicino e vedi com'è veramente quella persona, e lei vede te. E tra me e Peter è successo questo. L'amore fa paura: cambia, può svanire. Quello fa parte del rischio. Ma io non voglio più avere paura.
Sarà che sono innamorata dell'amore, che ho amato Lara Jean e la sua ingenuità, ma non riesco a trovare punti critici in questo libro. Amo la dolcezza dei primi amori, l'impetuosità dei sentimenti veri e la stessa idea di amore e per questo mi ritengo una persona particolarmente romantica, di conseguenza capirete bene che non avrei mai potuto arrivare alla fine di questo libro senza sciogliermi in profondi sospiri commossi.

Ho amato leggere Tutte le volte che ho scritto ti amo per la sua semplicità e per la sua freschezza, un libro che sembra scritto direttamente dalla penna della sua spensierata protagonista e che merita a mio parere un pieno voto di 5/5 nel range dei romanzi rosa e young adult, nonostante il finale aperto.
Consiglierei questo libro...a chi è in cerca di una lettura allegra e spensierata, fatta di teneri momenti e dolci sentimenti, soprattutto è un libro che consiglio per delle giovanissime donne pronte a scoprire la bellezza dell'amore, senza dover affrontare uno di quei morbosi romanzi poco adatti ad un'adolescente.


Per chi non la conoscesse, la serie To All the Boys I've Loved Before si compone dei seguenti titoli:

1. Tutte le volte che ho scritto ti amo (Piemme, 2015 - Titolo originale: To All the Boys I've Loved Before)
2. P.S. Ti amo ancora (Piemme, 2016 - Titolo originale: P.S. I still love you)
3. Always and Forever Lara Jean (Inedito in Italia, ma immagino arriverà presto a completare la serie..o almeno lo spero!)




CURIOSITÁ Recenti news hanno svelato che è in corso un riadattamento cinematografico della serie, quindi avremo presto un film, ma considerato le mie precedenti esperienze con i film ispirati alle serie di libri mi ritrovo ad avere un punto di vista cinico: non sarà mai come il libro e immagino che in un film cercheranno di mettere insieme tre libri quindi prevedo occhi al cielo, sbuffi e momenti di irritante non-sense, ma è bene dare una chance prima di giudicare e nel frattempo ecco gli attori protagonisti:


Lana Condor Lara Jean Covey
Noah Centineo Peter Kavinsky
Israel Broussard Josh Sanderson
Janel Parrish Margot Covey
Anna Cathcart Kitty Covey

Non sono troppo convinta del cast maschile, ma le attrici mi sembrano perfette per interpretare le tre sorelle Covey. Voi che dite, è un cast convincente?


Fatemi sapere che ne pensate, se avete letto il libro e se amate alla follia Lara Jean come me, se siete #teamPeter o #teamJosh...sono curiosa di conoscere le vostre impressioni! ;)
Io intanto vado alla ricerca del sequel perchè voglio leggere ancora e ancora dei batticuori di Lara e soprattutto capire come si è conclusa la storia, perchè quel finale ad immaginazione mi sta facendo impazzire! ç_ç

8 commenti:

  1. Anche io l'ho visto spesso in giro e mi ha incuriosita però non l'ho ancora preso vediamo se l'uscita del film mi farà capitolare ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero Ely, è davvero dolce e leggera come storia...a me è piaciuta tanto! ^^

      Elimina
  2. Tanta voglia di leggere questo libro ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io a questo punto il sequel...non vedo l'ora! :D

      Elimina
  3. Io non sono una appassionata di questo tipo di romanzi, ma tutti lo adorano. Per cui gli darò una chance. Per giunta sono ben tre libri, per cui sono parecchio curiosa di sapere come si evolve la storia, invece di essere un classico romance standalone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti è un po' fuori genere rispetto ai libri che leggi di solito, lo è anche rispetto alle mie solite letture ma quest'anno ho deciso di non farmi frenare dai pregiudizi. A volte mi sono beccata delle ciofeche, con questo libro invece ci ho azzeccato. Non è un capolavoro della letteratura, ma è un libro che si fa amare per la sua semplicità! :)

      Elimina
  4. Quanto é bello questo libro e ora che ci faranno un film non vedo l'ora di finire la serie al più presto (ma piemme quando si decide a pubblicare il terzo volume?) e di vedere come hanno rappresentato sul grande schermo questa storia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetto anche io con ansia il terzo volume e intanto mi getto sul secondo..il film è già in corso di riprese quindi mi sa che arriverà molto ma molto presto e non vedo l'ora di andare al cinema! *-*

      Elimina

Se ti è piaciuto questo post, lascia un commento...fa sempre piacere ricevere un feedback! ;)