domenica 6 agosto 2017

Recensione | Il circo della notte - Erin Morgenstern

Buongiorno Readers! Qualche giorno fa vi ho parlato dell'onirico viaggio in compagnia della Alice di Carroll, ed oggi restiamo sul tema parlando di qualcosa di veramente sensazionale, un libro che ha saputo trasportarmi in un magico mondo fatto di meraviglie e di desideri, di segreti e di amori proibiti...il volume di cui sto parlando è Il circo della notte, autoconclusivo di Erin Morgernstern che mi ha letteralmente conquistata! 


Titolo: Il circo della notte
Autore: Erin Morgenstern
Editore: Rizzoli (best BUR)
Data di uscita: 24 Magio 2017
Pagine: 460
Tascabile: 12.00 €

ERIN MORGENSTERN scrittrice e artista multimediale, è cresciuta in Massachusetts e ora vive a Manhattan con il marito. Il circo della notte è il suo primo romanzo, che ha venduto nel mondo oltre 600.000 copie.

TRAMA Appare così, senza preavviso. La notizia si diffonde in un lampo, e una folla impaziente già si assiepa davanti ai cancelli, sotto l’insegna in bianco e nero che dice: Le Cirque des Rêves. Apre al crespuscolo, chiude all’aurora. È il circo dei sogni, il luogo dove realtà e illusione si fondono e l’umana fantasia dispiega l’infinito ventaglio delle sue possibilità. Un esercito di appassionati lo insegue dovunque per ammirare le sue straordinarie attrazioni: acrobati volanti, contorsioniste, l’albero dei desideri, il giardino di ghiaccio... Ma dietro le quinte di questo spettacolo senza precedenti, due misteriosi rivali ingaggiano la loro partita finale, una magica sfida tra due giovani allievi scelti e addestrati all’unico scopo di dimostrare una volta per tutte l’inferiorità dell’avversario. Contro ogni attesa e contro ogni regola, i due giovani si scoprono attratti l’uno dall’altra: l’amore di Marco e Celia è una corrente elettrica che minaccia di travolgere persino il destino, e di distruggere il delicato equilibrio di forze a cui il circo deve la sua stessa esistenza.

Il circo della notte è un sogno che diventa realtà, una dimensione che travolge ed ammalia, con la sua magia e i suoi personaggi indimenticabili. Una storia semplice ma affascinante, raccontata dall'abile penna di Erin Morgenstern, un'autrice capace di rivoluzionare l'esperienza della lettura.

La narrazione in terza persona scorre fluida e veloce, mentre il presente e il passato si intrecciano in un continuo alternarsi di situazioni e personaggi che in un modo o nell'altro appartengono al Circo e alla sua irrefrenabile danza di sensazioni uniche.
Ogni personaggio, anche il più sfuggente, non può che rimanere impresso nel cuore del lettore, grazie alle vivide descrizioni e alle ambientazioni che si legano indissolubilmente alle vite degli attori di questa storia.
All'inizio è solo un confuso disegno di luci. Ma via via se ne accendono altre, capisci che sono lì in fila per formare una scritta. Si distingue una C, una q, delle e. Con l'incendiarsi dell'ultima lampadina, una volta dissolti fumo e scintille, l'insegna incandescente è finalmente completa. Inclinando la testa per una visuale migliore, leggi: Le Cirque des Rêves.
Poche righe per far sentire un desiderio proibito, qualche parola e la fantasia diventa realtà in un susseguirsi di emozioni e sensazioni palpabili quanto intense. Il circo della notte non è tanto una lettura, quanto un'esperienza da vivere una parola dopo l'altra alla stregua di una verità inavvicinabile.

Un luogo già ricco di mistero che diventa lo sfondo di un duello dalle sorti imprevedibili. Celia e Marco sono due maghi capaci di modellare la realtà fino all'inimmaginabile, legati l'uno all'altra da un patto stretto dai propri Maestri. Il loro amore sboccia all'improvviso, tra uno sguardo rubato e un'ammirazione reciproca che cresce giorno per giorno. Ogni nuova attrazione che l'uno crea per l'altra avvicina irrimediabilmente i loro cuori, frenati solo dagli infidi consigli dei propri mentori. Il loro amore proibito cresce e matura, si intensifica e si trasforma quasi in un bisogno senza però cadere nel melenso. I loro incontri fugaci sono brevi ma intensi, poche pagine e un numero di parole quasi irrilevante nel corso dell'intera lettura, che però sono sufficienti ad identificare un sentimento tanto forte e profondo. Ma il vero perno de Il circo della notte è tutto fuorché una turbinosa storia d'amore.

Il Circo è il protagonista indiscusso di questo libro: sfondo, scena e burattinaio. Una macchina creata per far sognare che pian piano prende vita e si trasforma, cambia ed evolve, nutrita dalle magie e dai desideri che vi si annidano dentro e fuori. Chiunque viene a contatto con questo meraviglioso teatro di arte e stranezze non può che rimanervi coinvolto, troppo esaltante per essere dimenticato. La storia dei personaggi diventa la Storia del Circo e viceversa, fino a creare un'indistricabile memoria.
Le storie sono cambiate, mio caro ragazzo. Niente più battaglie fra il bene e il male, niente più mostri da sterminare, nessuna fanciulla da salvare. Per quanto ne so io, le fanciulle sono per la maggior parte in grado di salvarsi da sole, almeno quelle che valgono qualcosa. Non esistono più semplici favole, con ideali e e belve a lieto fine. [...] Le cose vanno avanti, si sovrappongono, si confondono, la tua storia è parte della storia di tua sorella che è parte di molte altre storie, e nessuno sa dire dove potranno condurre.
E come i protagonisti del romanzo, anche il lettore non può che far proprio almeno un pezzettino di quel caotico mondo ricco di meraviglie, una persistente sensazione di impossibile che entra nelle ossa e nel cuore fino a rendere possibile ogni fantasia.

Ma così come è iniziata, questa magica esperienza deve pur avere una fine e l'epilogo scelto dall'autrice è tutto fuorché banale. Un'ultima intensa emozione che unisce ogni intreccio, ogni situazione, ogni storia, in un unico grande finale che in poche pagine si accende, si spegne e si rianima come il grande fuoco che arde al centro del Circo.
Mentre ti allontani nell'alba che sboccia, pensi che all'interno dei confini del Cirque des Rêves ti sentivi più vivo. E non sai più dire da quale parte stia il sogno.
Una lettura che risveglia la mente e riscalda il cuore, dà vita a fantasie e desideri inarrivabili rendendo reale l'impossibile. Il circo della notte merita a mio parere una piena valutazione di 5/5, cui aggiungere l'originale carattere di essere qualcosa in cui credere, un'idea nata dall'immaginazione che mette in discussione le più concrete regole della realtà.
Consiglierei questo libro... a chi è in cerca di una lettura ricca di fantasia in grado di travolgere ed emozionare, una ventata di aria fresca in un soffocante universo di letture tutte troppo simili.

Ai più curiosi, consiglio di leggere un estratto nel Teaser Tuesday#94, giusto per avere un assaggio dell'entusiasmante esperienza cui andreste incontro leggendo questo libro...Buona lettura! ;)

4 commenti:

  1. ciao è da un po' che vedo questo libro e devo dire che mi incuriosisce molto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come avrai letto, io l'ho adorato quindi personalmente ti consiglio di dargli una chance! ;)

      Elimina
  2. Voglio leggerlo e adesso mi hai messo ancora più curiosità!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah..bene, bene..fammi sapere come ti sembra, io l'ho amato! ^^

      Elimina

Se ti è piaciuto questo post, lascia un commento...fa sempre piacere ricevere un feedback! ;)