giovedì 23 marzo 2017

Recensione | Homecoming - Kass Morgan (The 100 #3)

Buonasera Readers! Visto che sono un po' indietro con le recensioni, approfitto di questa sera di pausa dallo studio per recuperare e il libro di cui vi parlo oggi è Homecoming, terzo volume della serie sci-fi post-apocalittica The Hundred di Kass Morgan che ha ispirato l'omonima serie TV. I primi due volumi mi sono piaciuti, ma il tempo della storia fin troppo lento e alcuni difettucci nello stile li hanno resi meno avvincenti ed entusiasmanti. In questo terzo capitolo le cose vanno migliorando e finalmente si è vista un po' d'azione...ma prima che mi dilunghi in chiacchiere e pensieri, ecco qualche informazione sul romanzo per chi non lo conoscesse! ;)

Titolo: Homecoming (The Hundred #3)
Autore: Kass Morgan
Editore: Rizzoli
Data di uscita: 9 Febbraio 2017
Pagine: 336
Rilegato: 16.90 €

KASS MORGAN ha studiato letteratura alla Brown University e ad Oxford, e ora risiede a Brooklyn, dove vive nella costante paura che la  sua libreria Ikea collassi sotto un cumulo di romanzi fantascientifici e vittoriani. È l’autrice di The 100, diventato una serie TV, di cui The 100 Day 21 e Homecoming costituiscono i sequel.

TRAMA Nuove navicelle arrivano sulla Terra, in fuga dalla stazione spaziale a corto di ossigeno. I 100 sono pronti ad accogliere i fortunati sfuggiti a una morte certa. Tra i nuovi arrivi ci sono vecchi amici come Glass e Luke, che ritrovano così Clarke e Wells. C’è anche il temibile Vice Cancelliere Rhodes, però, che intende ristabilire il regime di terrore instaurato sulla stazione spaziale, senza sconti per nessuno. Bellamy, colpevole di aver causato il ferimento del Cancelliere, è il suo primo bersaglio. In fuga dalla colonia, si rifugia con i suoi amici tra i terrestri. Lo scontro con le truppe di Rhodes è inevitabile. Il Vice Cancelliere sferra un attacco spietato, ma i suoi avversari sono determinati a resistere. È giunto il momento che i 100 si uniscano e lottino per difendere la libertà che hanno trovato sulla Terra.



Questo terzo volume, come già detto, raggiunge un livello un filo superiore e la Morgan sembra finalmente accontentarci con un il giusto equilibrio tra azione ed emozione. I flashback sono più rari e le varie situazioni diventano sempre più scottanti, in un volume ricco di colpi di scena e momenti da palpitazioni in cui ormai non speravo più.

martedì 21 marzo 2017

Teaser Tuesday #77 | Harry Potter e il prigioniero di Azkaban

Buonasera Readers! In questi giorni sono presa con lo studio e tra una cosa e l'altra sono letteralmente sparita..spero dopo il 29 di tornare più attiva, ma per ora ho da dare tre esami nei prossimi 8 giorni e anche se ho affrontato sfide più difficili, sono comunque in super ansia perchè..sono fatta così! ç_ç
So che andranno bene, ma non posso non pensare che qualcosa potrebbe andare storto! o.o

Comunque, oggi è martedì e non posso proprio rinunciare al Teaser Tuesday! :D Tra i libri che sto leggendo, ho scelto di proporvi un estratto da Harry Potter e il prigioniero di Azkaban che molti di voi conosceranno a memoria, ma che è sempre une lettura bellissima! ^^


Quando suonò la campana, tutti raccolsero i libri e si diressero alla porta, compreso Harry, ma...
«Aspetta un momento, Harry» disse Lupin, «vorrei parlarti».
Harry tornò indietro e osservò il professor Lupin che ricopriva il barattolo del Marciotto con un telo.
«Mi hanno detto della partita» disse Lupin, tornando verso la cattedra e cominciando a stipare la valigetta di libri, «e mi dispiace per il tuo manico di scopa. C'è qualche speranza di ripararlo?»
«No» disse Harry. «L'albero l'ha fatto a pezzi».
Lupin sospirò.
«Hanno piantato il Platano Picchiatore l'anno che sono arrivato a Hogwarts. Allora facevamo un gioco, bisognava cercare di avvicinarsi e toccare il tronco. Alla fine un ragazzo, David Gudgeon, ha quasi perso un occhio, e ci è stato proibito di avvicinarci. Sarebbe ora di sradicarlo...Ne parlerò con il professor Silente...»
«Le hanno detto anche dei Dissennatori?» chiese Harry a fatica.
Lupin gli scoccò un rapido sguardo.

venerdì 17 marzo 2017

5 cose che... | 5 personaggi di cui vorrei leggere uno spin-off

Buongiorno lettori! La giornata per me è iniziata alla grande e sto scrivendo seduta al sole, sul terrazzino gustandomi un bel croissant. Cosa posso chiedere di meglio? ^^
Ho iniziato un po' prima il weekend, ma a furia di studiare stavo diventando matta e così mi sono presa un giorno di relax..tranne la discussione che dovrò avere nel pomeriggio con il tecnico del pc che ormai ha il mio piccolino da sei giorni senza darmi mezzo preventivo! U_U
Ma tornando alla serenità di questa dolce mattina, essendo venerdì è il momento della rubrica 5 cose che... :D

Per chi non la conoscesse, è una rubrica ideata dal blog Twins Books Lovers che ha luogo ogni venerdì sui blog librosi e non... Questa rubrica consiste essenzialmente nell'elencare “5 cose” – libri, film, serie tv, personaggi, attori ecc – relative ad un dato argomento scelto dai partecipanti stessi. Per maggiori informazioni o per partecipare potete visitare il post di presentazione QUI. Le iscrizioni sono sempre aperte..forza, forza, forza!! ^-^ 

L'argomento di oggi è 5 personaggi di cui vorrei leggere uno spin-off e anche se è stato difficile sceglierne solo cinque, sono andata molto a sentimento e alla fine ce l'ho fatta. Ecco qui le mie cinque scelte, molto variegate direi..! ^^'






IKO - Le Cronache Lunari
Il primo personaggio che mi è venuto in mente è Iko, l'amica robottina di Cinder ne Le cronache Lunari. Adoro la sua dolcezza e la sua pucciosaggine, uno spin-off su di lei sarebbe allegro e frizzante. Non ho ancora letto gli altri volumi della serie, ma spero abbia un trattamento migliore...Adri è stata davvero una strega con lei! :(




mercoledì 15 marzo 2017

W...W....W...Wednesday! #56

E rieccomi qui, dopo una bella recensione, con il WWW Wednesday, un piccolo riepilogo settimanale per restare aggiornati con le letture...questa volta è un po' scarno, ma mi sto preparando per gli esami di fine secondo trimestre e con il lavoro ho poco tempo per leggere, ma mi tengo comunque "in allenamento"! ;)

Per chi non la conoscesse, lascio un riepilogo delle regole di questa rubrica, ideata dal blog Should be reading che prevede tre Wquestions:
  1. What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?
  1. What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?
  1. What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?


Cosa hai appena finito di leggere?
Nella scorsa settimana ho finito di leggere e recensito Caraval, un fantasy molto particolare di Stephanie Garber che ho letto per The Bibliophagist Reader. Mi è molto piaciuto, anche se qualche appunto negativo ho dovuto segnarlo...comunque QUI trovate la recensione, con pro e contro, oltre a tanto entusiasmo! *-*
Dopodiché ho terminato Lontano da te, un thriller young adult di Tess Sharpe che avevo in ballo da troppo tempo. Non so perché non riuscivo a concluderlo e a continuare fino alla fine la lettura, ero come bloccata, ma il finale è stato davvero sorprendente. QUI trovate la recensione.
Infine ho letto Homecoming, terzo libro della serie The Hundred di Kass Morgan, in cui ci sono tantissimi momenti Bellarke, ma soprattutto tanta azione, molta più che nei precedenti libri e questo lo ha reso un filo migliore...la mia recensione arriverà nei prossimi giorni, ma garantisco che sarà positiva! :)

Recensione | Lontano da te - Tess Sharpe

Buon pomeriggio Readers! :) Oggi vi parlo di Lontano da te, un mystery young adult  di Tess Sharpe davvero avvincente, che mi ha catturata nella lettura, anche se ho avuto qualche momento di stallo, ma che alla fine è stata una meravigliosa ed emozionante avventura..ma ecco qualche informazione! ;)

Titolo: Lontano da te
Autore: Tess Sharpe
Editore: Fabbri Editori
Data di uscita: 12 Gennaio 2017
Pagine: 368
Rilegato: 17.90 €

TESS SHARPE figlia di una coppia di punk-rocker, è cresciuta nelle campagne della California. Dopo aver studiato recitazione, ha abbandonato il teatro per diventare cuoca, e poi autrice. Oggi vive, cucina e scrive in Oregon. Questo è il suo primo romanzo.

TRAMA "Non comincia qui. Sarebbe quasi banale: due ragazze terrorizzate nel bel mezzo del nulla, gli occhi sgranati rivolti alla pistola nelle sue mani. Ma non comincia qui. Comincia la prima volta che ho rischiato di morire." Sophie ha solo diciassette anni quando la sua inseparabile amica Mina viene uccisa proprio davanti a lei. E a peggiorare la situazione ci si mettono i genitori, la polizia, gli amici. A causa del suo passato di dipendenza, sono tutti convinti che abbia trascinato Mina in un bosco, a notte fonda, solo per uno scambio di droga poi finito male. Ma la verità è tutt'altra. A Sophie non resta allora che iniziare una solitaria caccia al killer che, però, rischia di diventare pericolosa. E di portare a galla il grande segreto che le due ragazze condividevano: un segreto bello e fragile come una bolla di sapone attraversata da un raggio di sole...

Lontano da te è uno young adult ben scritto, la cui trama ruota attorno a segreti non detti e verità celate, ma soprattutto intorno all'amore, che si manifesta in diverse forme, fino alle scottanti rivelazioni finali. Un thriller pieno di mistero che attraverso uno stile intenso e diretto arriva dritto al cuore del lettore, coinvolgendolo sia nel mistero da svelare che nelle dinamiche emotive.

martedì 14 marzo 2017

Teaser Tuesday #76 | La guerra dei mondi

Buonasera Readers! Sono stata assente un po', ma ho il pc in assistenza, nulla di grave, ma sono lentissimi...nel frattempo ho recuperato un vecchio pc, ho passato quasi un giorno ad aggiornarlo e sistemarlo e alla fine eccomi di nuovo qui a scrivere..YEEE! :D
Essendo martedì, è giorno di Teaser Tuesday e il libro tra quelli che sto leggendo che ho scelto per oggi è La guerra dei mondi, classico sci-fi di H.G. Wells che mi sta molto piacendo, un po' freddo il narratore e crude alcune situazioni, ma avvincente come pochi! :)




Quando con uno sfrozo, riuscii a distogliermi dall'immagine di quel corpo disteso, affrontai il problema dei marziani e del destino di mia moglie. Per il primo non avevo dati; potevo immaginare cento cose, e così, disgraziatamente, anche per il secondo. La notte diventò terribile. Mi sorpresi a pregare che il raggio ardente l'avesse spenta all'improvviso e senza farla soffrire. Dalla notte in cui ero tornato da Leatherhead non avevo pregato. Nei momenti didisperazione avevo mormorato delle preghiere superstiziose, avevo pregato nello stesso modoin cui pagani fanno gli incantesimi. Adesso pregavo davvero, supplicando fermamente e consapevolmente, chino davanti al segreto di Dio. Strana notte! Tanto più strana in quanto, non appena venne l'alba, io, che avevo parlato con Dio, scivolai fuori della casa come un topo esce dalla sua tana, creatura appena più grande di quella, animale inferiore, una cosa che per un qualsiasi capriccio dei nostri padroni poteva essere inseguita e uccisa. Forse anche quei poveri esseri pregano fiduciosamente Dio. Certamente, se non abbiamo appreso nient'altro, questa guerra ci ha insegnato la pietà per quelle creature prive di ragione che subiscono il nostro dominio.