lunedì 24 aprile 2017

Recensione | Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo, Il ladro di fulmini - Rick Riordan

Buongiorno Readers! Tempo di libri è finito, ma non smettiamo mai di parlare di letteratura e dopo un weekend così intenso sono decisamente dell'umore giusto per scrivere la recensione de Il ladro di fulmini, primo libro della serie Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo di Rick Riordan. Non pensavo, ma mi è davvero piaciuto molto, tanto che dopo averlo finito di leggere non vedevo l'ora di scriverne la recensione e passare al sequel! ^^  Ma prima ecco qualche informazione sul romanzo e l'autore..! 


Titolo: Il ladro di fulmini (Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo #1)
Autore: Rick Riordan
Editore: Mondadori
Data di uscita: Gennaio 2010
Pagine: 363
Rilegato: 17.00

RICK RIORDAN nato e cresciuto a San Antonio, in Texas, ha cominciato a scrivere giovanissimo, ma prima di diventare uno scrittore a tempo pieno ha insegnato Inglese e Storia per molti anni. Autore della fortunata serie Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo, ha ideato la serie per ragazzi Le 39 chiavi.

TRAMA Percy Jackson non sapeva di essere destinato a grandi imprese prima di vedere la professoressa di matematica trasformarsi in una Furia per tentare di ucciderlo. Le creature della mitologia greca e gli dei dell'Olimpo, in realtà, non sono scomparsi ma si sono semplicemente trasferiti a New York, più vivi e litigiosi di prima. Tanto che l'ultimo dei loro bisticci rischia di trascinare il mondo nel caos: qualcuno ha rubato la Folgore di Zeus, e qualcuno dovrà ritrovarla entro dieci giorni. Sarà proprio Percy a dover indagare sull'innocenza di Poseidone, dio del mare e padre perduto, che l'ha generato con una donna mortale facendo di lui un semidio. Nuove gesta e antichi nemici lo aspettano, e non saranno solo lo sguardo di Medusa e i capricci degli dei ad ostacolare la ricerca della preziosa refurtiva, ma le parole dell'Oracolo e il suo oscuro verdetto: un amico tradirà, e il suo gesto potrebbe essere fatale.. 

Ho iniziato a leggere questa serie semplicemente spinta dalla curiosità per una saga che ha conquistato milioni di lettori e che io ancora non avevo affrontato, ma nel corso della lettura ho capito perchè abbia avuto così tanto successo e mi sono ritrovata in un vortice di azione e caos, fino all'Oltretomba per poi scoprire le meraviglie dell'Olimpo e rimanere affascinata dallo stile di un autore che ho snobbato per davvero troppo tempo!

Il punto di vista della narrazione è quello del protagonista, Perseus Jackson, che ci racconta come la sua vita sia stata sconvolta nel giro di un'estate, scoprendo di essere un Mezzosangue, figlio del dio Poseidone. Ho adorato il modo in cui sembra chiacchierare con il lettore, quasi come se fosse un racconto a quattrocchi, con un modo di narrare quasi ironico e giocoso, con tanto di commenti, e perfettamente in linea con il personaggio.

Non ho scelto io di essere un mezzosangue. Se state leggendo questo libro perchè pensate di poterlo essere anche voi, vi do un consiglio: chiudetelo all'istante. Credete a qualsiasi balla i vostri genitori vi abbiano raccontato sulla vostra nascita e cercate di vivere una vita normale. Essere dei mezzosangue è pericoloso. E' terrificante. Nella maggior parte dei casi, si finisce ammazzati in modi orribili e dolorosi. Se invece siete dei ragazzi normali e pensate che questo sia solo un romanzo, perfetto. Continuate a leggere. Vi invidio per la possibilità di credere che niente di tutto questo sia accaduto.

Percy Jackson è un ragazzino un po' problematico nel mondo reale, ma che scopre ben presto che molti dei suoi problemi sono dovuti ad una nuova realtà, quella legata all'Olimpo e ai suoi bizzarri e capricciosi dei, con creature mitologiche incredibili e giochi di potere pericolosi. Mi è piaciuto vedere nel corso della storia la sua trasformazione da dodicenne incompreso, a eroe, un mutamento graduale che pian piano aumenta la sua sicurezza e fa venir fuori il suo coraggio, ma anche un po' di ingenuità perchè d'altronde è pur sempre un ragazzo di dodici anni.

Oltre a lui tra i protagonisti di questo libro ci sono due "spalle" davvero fenomenali, il satiro Grover e la mezzosangue Annabeth, figlia di Athena e sveglia come pochi altri. Un trio formidabile che mi ha conquistato, pronti a tutto pur di non far scoppiare una guerra fra gli dei dell'Olimpo, ma sempre con quella vena adolescenziale che li rende reali.


Con personaggi così ben sviluppati e una trama frizzante, non può ovviamente essere messa da parte l'ambientazione, ben delineata e dal fascino incredibile, con una breve ma efficace spiegazione riguardo lo spostamento dell'Olimpo in cima all'Empire State Building e una completa fusione tra mondo moderno e mitologia. Riordan ha davvero fatto centro con una narrazione leggera e scorrevole, qualche momento emozionante e degli stupendi richiami alla mitologia, trasportando nell'era moderna le origini della nostra cultura, con delle idee uniche ma efficaci.

Molto interessante anche il finale, che senza mai smentire la leggerezza del romanzo apre le porte a qualcosa di più complesso, tra verità dette e non dette, e un accenno alla potenza e alla furia vendicativa dei Titani, in particolare Crono..sono ansiosa di leggere il seguito e saperne sempre di più, spero continui a piacermi, ma ho ben pochi dubbi a riguardo! ;)

In una lettura tanto ricca di azione e colpi di scena, unica pecca è forse lo stile fin troppo ironico, persino in quei momenti di tensione in cui sembra un pochino fuori luogo, ma non si può non amare Percy e le sue incredibili avventure..in effetti ad avere qualche anno di meno credo proprio mi sarebbe piaciuto ancora di più.

Infine ho letto parecchi commenti in cui questa serie viene paragonata a Harry Potter, ma onestamente oltre al trio difficilmente riesco a vedere somiglianze, e d'altronde è quasi impossibile ormai creare una storia unica che non rimandi in alcun modo a nessun altro libro..!

Ad ogni modo la mia valutazione rimane positiva, infatti credo che questo primo libro della saga Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo meriti un bel 4/5 e spero con il seguito di poter dare pieni voti alla saga, magari con uno stile che va maturando e un intreccio più complesso e intrigante.
Consiglierei questo libro... a chi è in cerca di una lettura leggera, ma intensa, con un richiamo alla mitologia trasportata nei moderni Stati Uniti.


Per chi non la conoscesse, la serie Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo si compone dei seguenti volumi:

1. Il ladro di fulmini (The lightning thief, 2005)
2. Il mare dei mostri (The sea of monsters, 2006)
3. La maledizione del Titano (The Titan's curse, 2007)
4. La battaglia del labirinto (The battle of the labyrinth, 2008)
5. Lo scontro finale (The last olimpian, 2009)



Al più presto passerò al secondo volume, ma intanto credo proprio che guarderò il film ispirato a questo primo libro, anche se ho letto che è una storia un po' stravolta..ma sono curiosa! U_U

Chi di voi ha letto ed amato questa serie? So che sono una degli ultimi a darle una chance quindi sono curiosa di conoscere cosa ne pensate...magari senza troppi spoiler please! ^^'

2 commenti:

  1. Ho visto il film 8che mi è piaciuto) ma non ho mai avuto la voglia di leggere i libri.
    A parte il numero esorbitante di libri ma anche la storia non mi coinvolge moltissimo.
    Però a quanto ho visto da te, potrei pensarci a dargli una possibilità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ci ripensi fammi sapere, sono curiosa di conoscere la tua opinione visto lo "scetticismo"! ^^
      Io avevo visto il film in passato ma vorrei rivederlo a mente fresca per fare un confronto..! :)

      Elimina

Se ti è piaciuto questo post, lascia un commento...fa sempre piacere ricevere un feedback! ;)